Review | Giuliana shampoo divino Sezione Aurea

giovedì, settembre 22, 2016

Dopo il feticcio per i detergenti viso, ho scoperto di avere un'altra ossessione ricorrente, che è quella per gli shampoo. Ne alterno sempre almeno 2 o 3, per questo motivo sono sempre all'erta alla ricerca di prodotti performanti che possano rientrare nella mia haircare routine. Così un bel giorno, spinta dall'idea di dover "disabituare" per un po' di tempo i miei capelli dal mio shampoo del cuore, vista l'ottima fama che si è fatto sul web ho deciso di acquistare lo shampoo divino anticaduta e antiforfora Giuliana di Sezione Aurea, brand italianissimo nato dalla mente di Tatiana Colella, meglio conosciuta sul web come Tati BioReviews.



Lo shampoo divino Giuliana si presenta con un inci naturalissimo, semplice e funzionale, e nasce con l'intento di essere utilizzato su capelli con forfora e quindi con cute tendenzialmente grassa ma allo stesso tempo anche sensibile. Contiene infatti estratti biologici di ortica e bardana ad azione antibatterica, antifungina e antisettica. 

INCI: Aqua, Sodium cocoyl isethionate, Cocamidopropylbetaine, Disodium cocoamphodiacetate, Sodium chloride, Urtica dioica extract*, Arctium lappa extract*, Glycerin, Parfum, Lactic acid, Potassium sorbate, Sodium benzoate, Benzyl alcohol.
* da agricoltura biologica

Quantità: 200 ml
PAO: 12 mesi
Prezzo: 12,90 euro
Reperibilità: Io l'ho acquistato su Farmacia Natura, ma qui trovate la lista di tutti i rivenditori online e non.

Lo shampoo è contenuto in un flacone di plastica rigida squadrato, dotato di un tappo a scatto semplice da aprire, ed ha a mio avviso un aspetto molto elegante per via delle sue etichette che richiamano atmosfere "orientaleggianti". Bellissima la scelta di inserire sul retro del flacone una citazione di Shakespeare: "La bellezza da sola basta a persuadere gli occhi degli uomini, senza bisogno d'oratori". Ditemi quello che volete per una romanticona come me (sì, faccio la cinica ma alla fine ho il cuore tenero pure io :P) questa è una cosa molto bella e poetica. 

Lo shampoo divino Giuliana ha un colore ambrato e una consistenza piuttosto fluida. Avendolo utilizzato solo in concomitanza di mesi caldi fino ad ora, non ho notato il cambio di colore e consistenza con il cambio di temperatura a cui hanno assistito le mie colleghe blogger che lo hanno provato prima di me. Vedremo con l'arrivo dell'inverno come si comporterà, dovrebbe riuscire a durarmi tranquillamente un altro paio di mesi. Nota positivissima di questo shampoo è il suo profumo meraviglioso, oserei dire come è stato già definito in precedenza, divino: è un profumo di buono, di pulito, mi ricorda una fragranza di quando ero piccola, non so forse qualche prodotto che utilizzava mia madre e di cui non ho più memoria. Il profumo inoltre dura veramente a lungo sui capelli, tanto da sentirsi pure sui cuscini quando vi ci poggiate con i capelli lavati di recente. 



Veniamo alla mia esperienza con questo shampoo: come accennavo prima, io l'ho acquistato per sostituirlo per un periodo allo shampoo salvia e limone La Saponaria, il top per i miei capelli grassi. Avendo una cute grassa, necessito infatti di utilizzare almeno una volta alla settimana uno shampoo che purifichi a fondo la cute senza però aggredirla. Purtroppo Giuliana di Sezione Aurea non è riuscito a superare il mio best, né ad avere la stessa efficacia sui miei capelli, ma ciò non vuol dire che non mi sia piaciuto, semplicemente - come leggerete di seguito - l'ho destinato ad un utilizzo diverso da quello che avevo in mente inizialmente.

Profumo a parte tra me e questo shampoo non c'è stato un colpo di fulmine. Ai primi utilizzi infatti non riuscivo a capire la diluizione da utilizzare, facevo fatica a distribuirlo e a massaggiarlo bene sulla cute, con il risultato che i capelli non erano lavati bene. Dopo molte prove ho capito che questo shampoo aveva bisogno di essere diluito molto di più rispetto a tutti gli altri shampoo bio usati finora. Per diluirlo utilizzo due "pushate" di shampoo (che dovrebbero corrispondere a circa 10 ml di prodotto) in 60-70 ml di acqua. Con questo quantitativo riesco a fare almeno due passate di shampoo, e a volte riesco pure a farmene avanzare per la volta successiva. Anche una volta trovata la diluizione giusta, ho notato comunque che come tanti altri shampoo bio Giuliana di Sezione Aurea schiuma molto poco alla prima passata, specie se i capelli sono molto sporchi. Alla seconda passata invece è molto più schiumogeno e facile da distribuire e massaggiare sul cuoio capelluto. Questo aspetto mi è un po' pesato, perché mi porta a perdere molto più tempo sotto la doccia e perché tende a farmi annodare molto i capelli, perciò ammetto che spesso lo utilizzo in combo con un altro shampoo più schiumogeno (l'Extravergine La Saponaria, di cui vi dovrò parlare a breve) con il quale faccio la prima passata, mentre ricorro a pochi ml di Giuliana solo per il lavaggio finale.  



Trovo che lavi abbastanza bene, ma per le mie necessità è talmente delicato da non avere un azione purificante e sgrassante tale da permettermi di utilizzarlo al posto dello shampoo Salvia e Limone La Saponaria. L'ho notato perché nonostante lasci i capelli morbidi, luminosi e leggeri, non mi permette di tenerli puliti più di 1-2 giorni, inoltre li lascia abbastanza piatti sulla cute e questo contribuisce a far sì che si sporchino molto presto. Purtroppo quindi io non ho riscontrato una particolare azione seboregolatrice in questo shampoo; d'altra parte la sua delicatezza fa sì che possa essere utilizzato tranquillamente per lavaggi frequenti senza pericolo di aggredire eccessivamente il cuoio capelluto. Inoltre da quando lo utilizzo non ho più visto traccia di forfora, nemmeno quella occasionale che mi vien fuori in periodi di stress o quando i capelli sono sporchi. L'azione anticaduta invece non l'ho proprio riscontrata: la quantità di capelli che perdevo prima corrisponde bene o male a quella che perdo ora, utilizzandolo continuativamente da qualche tempo.

Tirando le somme, direi che si tratta di uno shampoo perfetto per chi ha una cute estremamente sensibile e ha difficoltà a trovare shampoo efficaci che lavino senza essere aggressivi; se rientrate in questa categoria di persone, non posso che consigliarvi di provarlo. Per quanto mi riguarda lo ritengo buono per utilizzarlo come shampoo da lavaggi frequenti, ma non per purificare a fondo la mia cute grassa e regolare la produzione di sebo; evidentemente per questo scopo necessito di un prodotto dall'azione sgrassante più elevata.

Avete provato questo o altri shampoo della linea Sezione Aurea? Qual'è stata la vostra esperienza?


You Might Also Like

10 commenti

  1. Ho avuto esattamente lo stesso “problema” con Giuliana: la diluizione. Ho praticamente svuotato metà flacone alla ricerca della diluizione perfetta, dopo i primi lavaggi i capelli risultavano untissimi =°°
    Per fortuna i risultati poi sono arrivati e, una volta imparato a dosarlo, i capelli risultavano lucidi e morbidi, oltre che puliti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Trovare la diluizione giusta per ogni shampoo è sempre un po' problematico in effetti :P

      Elimina
  2. Io ho un tipo di capello completamente diverso, infatti ho preso Lara come shampoo e mi sono trovata bene. Di Giuliana ho sentito opinioni contrastanti :-/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, anch'io ho letto pareri diversi...Io non posso dire di essermi trovata male, ma nemmeno di aver trovato ciò che cercavo in questo shampoo :)

      Elimina
  3. Io voglio provare i prodotti Sezione Aurea e Giuliana è sulla mia wishlist, ma ammetto che la difficoltà nel trovare la giusta diluizione mi fa esitare non poco nell'acquisto :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È un problema comune con quasi tutti gli shampoo bio...Infatti ogni volta che ne provo uno nuovo io stessa temo un pochino perché so che dovrò sperimentare un bel po' prima di capire qual'è la diluizione giusta da usare >.<

      Elimina
  4. Non ho mai provato prodotti di questo brand ma ho lo stesso tuo problema di capelli che si sporcano molto velocemente. Terrò a mente questo prodotto e nel frattempo attendo la recensione dello shampoo La Saponaria :)
    Mi sono permessa di taggarti nel #FallInLoveTag2, se ti va di partecipare ti aspetto nel mio blog :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vi farò sapere prestissimo cosa ne penso ;) Grazie per il tag, parteciperò davvero molto volentieri!

      Elimina
  5. Premesso che è da molto che voglio provare i prodotti di Sezione Aurea, ammetto che io ho un problema con la diluizione degli shampoo. O meglio, sono una frana a gestire la cosa. Sono tentata di usare quelli di questo brand. Spero che avendo una cute non troppo grassa il problema sia meno consistente su di me.
    Un bacione!
    Aly

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potresti provare ad aiutarti con uno spargishampoo, è molto comodo da utilizzare per le diluizioni :) Sì, penso proprio che per chi ha una cute meno grassa della mia questo shampoo sia il top, fammi sapere se lo proverai! ;)

      Elimina

Mi fa sempre piacere sapere le vostre opinioni, lasciatemi un commento! ♥

Per favore, non lasciate link o richieste di sub4sub, appena possibile ricambierò la visita se avete un blog, ma evitate di commentare solo per spammare, i commenti di questo tipo saranno ignorati.

Ultimi commenti

Seguimi via email

Follow